Cosa è il laminato

Il laminato è uno dei materiali più utilizzati nei  mobili  pavimenti e porte interne . La sua espansione nel mercato è dovuta all’utilizzo intenso che ne è stato fatto nel settore dell’arredamento per la produzione di mobili di bassa qualità  . Nato come prodotto economico il suo continuo e crescente utilizzo permesso alle aziende produttive di incrementare gli investimenti nel settore e raggiungere livelli di qualità è finitura uguali o superiori al legno stesso . Oggi la il laminato non solo  e capace di imitare esteticamente tutte le essenze legnose  ma è anche in grado di creare nuove lavorazioni finiture e tendenze .

Dire che esistono laminati di bassa qualità è come dire che esistono legni di bassa qualità, il concetto non è la qualità ma l’utilizzo che se ne fa del prodotto , usare un legno tenero per un pavimento e verificare il suo rapido deterioramento  non significa avere usato una essenza di bassa qualità ma bensì un prodotto non idoneo per quel utilizzo . Esistono quindi laminati con più resina o più foglie di carta per un uso intensivo ( pavimenti)  e laminati meno performanti da usare su piani meno soggetti ad usura  .

Esiste però una carta che viene venduta per laminato o micro laminato , erroneamente o per volontà , ma che in realtà è carta stampata con resistenza all’usura e abrasione nettamente inferiori e di qualità , questa volta si, non paragonabile al laminato.

Dove si applica il laminato

Solitamente viene applicato a supporti in legno  o fibro legnosi come il truciolare  o MDF , quindi pavimenti in legno , porte interne, porte per mobili schiene e fianchi dei mobili, la tecnologia ha permesso l’utilizzo nel lato interno dei serramenti .

I supporti non devo obbligatoriamente essere dritti ma possono assumere le forme più disparate .

Da non confondere assolutamente con la formica  utilizzata in passato per piani cottura e arredamento , ricordate i tavoli anni 70 azzurri , erano in formica .

Strati che lo compongono .

La realizzazione di un fogli di laminato avviene pressando uno sull’altro  strati di carta, pregne  di resine melamminiche o fenoliche

I laminati più usati sono così stratificati

 

1.       Overlay: Una carta ad alta trasparenza che rende la superficie del laminato altamente resistente ad abrasioni, graffi e all'invecchiamento dovuto agli effetti della luce. Solo su decorativi stampati.

2.       Carta decorativa: Queste carte esterne, prive di cloruri, sono colorate o decorate e danno al laminato la sua estetica

3.       Carta Kraft: È la carta, perlopiù marrone, che costituisce il cuore del laminato ad alta pressione. Solo su decorativi stampati.

Lo spessore del laminato utilizzato per le porte interne di solito è di 0.4 mm

Le tipologie di laminato

Si distinguono principalmente 3 tipi di laminati:

Hpl :  I laminati ad alta pressione sono costituiti da numerosi strati di carta impregnati con resine termoindurenti e compattati attraverso l'azione combinata di calore (140/150 °C) e alta pressione (<7Mpa) per circa 40/50 minuti.

Il risultato è un prodotto stabile, non reattivo, omogeneo, non poroso e di alta densità, con caratteristiche fisiche e chimiche del tutto diverse da quelle dei suoi elementi costitutivi.

Inoltre, grazie alla sua bassissima permeabilità, l'HPL forma una barriera contro le potenziali perdite di formaldeide provenienti dal legno delle componenti interne del pannello finito.

 Cpl:        è un laminato decorativo in continuo costituito da strati di carta kraft impregnata con resine fenoliche e da uno strato superficiale di carta decorativa impregnata con resine aminoplastiche, pressati in continuo su pressa a doppio nastro a temperature elevate (> 150 C°). Ha la proprietà di poter essere postformato.

Chpl :     è laminato che assume le caratteristiche dei due laminati precedenti ottenuto da pressatura continua  e con la lavorazione  del Hpl .Il Laminato CHPL è un prodotto molto resistente all’acqua anche bollente, resiste molto bene anche a solventi aggressivi, acidi, ammoniaca e strofinamenti. Questo lo rende un materiale molto apprezzato nell’arredamento soprattutto per la realizzazione di piani di lavoro per cucine, bagni, pavimenti, e scrivanie oltre che piuttosto economico al confronto dei marmi e degli acciai

Caratteristiche del laminato

 

Le caratteristiche di un materiale come il laminato sono molteplici e portano a diversi vantaggi.

 

Di seguito le caratteristiche tecniche che hanno reso il laminato un prodotto :

• Resistente all'impatto

• Resistente ai graffi e all'usura

• Stabile alla luce

• Facile da pulire

• Termoresistente (fino a 180 °C)Hpl

• Igienico

• Adatto al contatto con i cibi

 

Inoltre, se sottoposto a trattamenti speciali, HPL può diventare antibatterico e ritardante di fiamma, quindi particolarmente indicato per applicazioni in luoghi pubblici o in tutti i casi in cui un elevato livello di igiene è particolarmente importante: ad esempio, cucine, laboratori, sanitari

 

Estetica del laminato

 Il laminato si può presentare esteticamente in molti modi. Esso può assumere l’aspetto di qualunque altro materiale, possedere colorazioni dalle diverse sfumature, ed essere anche ornato con fantasie e decorazioni varie. In particolare il laminato può assumere l’effetto estetico di:

 

Pulizia e manutenzione del laminati

Il laminato  non richiede alcuna manutenzione particolare al di là della normale pulizia.

La sua superficie compatta e non porosa può essere facilmente pulita e disinfettata con acqua calda, vapore e tutti i tipi dei più comuni detergenti e disinfettanti per uso domestico, purché non alcalini.

 

L'HPL è anche molto resistente, quindi sono necessarie solo poche precauzioni:

• Evitare l'uso di acidi o basi forti

• Evitare di strofinare con sostanze o strumenti fortemente abrasivi (per es. carta vetrata o paglietta)

 

Non richiede alcun trattamento con cere o prodotti che la contengono: anzi, questi prodotti tendono a formare sulla sua superficie uno strato appiccicoso che trattiene lo sporco.

Utilizzare per la pulizia acqua fredda con sapone neutro , nei casi di sporco ostinato  utilizzare un detergente per vetri.

Per macchie di vernice o calcare e macchie resistenti provare con acetone o Tirelina, imbevendo leggermente uno straccio . Si consiglia sempre di effettuare una prova in una zona nascosta per verificare il comportamento del materiale

Di regola evitare  materiali abrasivi quali pagliette in acciaio e  detersivi in polvere.

Certificazioni

I laminati sono prodotti  da aziende dislocate in tutto il mondo e distribuiti in  tutti i paesi europei ed extraeuropei , e rispettano tutti i requisiti delle norme  internazionali, europee e dei paesi nei quali viene venduto .